1. agg. In particolare, è stato affermato che “Se il decorso del tempo senza che l’amministrazione abbia provveduto rende possibile l’esistenza di un provvedimento implicito di accoglimento dell’istanza presentata dal privato, nondimeno perché tale provvedimento sia legittimo occorre che sussistano tutte le condizioni, normativamente previste per la sua emanazione, non potendosi ipotizzare che, per silenzio, possa ottenersi ciò che non sarebbe altrimenti possibile mediante l’esercizio espresso del potere da parte dell’amministrazione. n. 380/2001, esige un «provvedimento motivato», nel quale devono essere adeguatamente rappresentati e valutati i «fatti sopravvenuti estranei alla volontà del titolare del permesso» che abbiano impedito l’inizio dei lavori; ciò implica una manifestazione di volontà espressa da parte dell’Amministrazione competente, che espliciti gli esiti della valutazione di congruità dei motivi addotti dal richiedente: <>. I, sent. Mano più leggera in caso di variazioni non essenziali. TAR Campania – Napoli, Sez. Il quotidiano online per professionisti tecnici, TAR Lombardia, Brescia, sez. Il cambio di destinazione d’uso urbanisticamente rilevante è infatti quello che comporta il trasferimento da una all’altra delle cinque categorie funzionalmente autonome indicate dalla legge, indipendentemente dalla realizzazione o meno di opere: in particolare, il passaggio dalla destinazione agricola a quella commerciale avviene tra categorie tra loro non omogenee, con conseguente aumento del carico urbanistico (T.A.R. Il presupposto per l'esistenza di un volume è costituito dalla costruzione di almeno un piano di base coperto e due superfici verticali contigue, così da ottenere una superficie chiusa su un minimo di tre lati. su www.maggiolieditore.it. Ai sensi dell’art. 11/05/2017 – Gli interventi eseguiti in assenza o totale difformità dal titolo abilitativo vanno sanzionati con la demolizione. TAR Campania (NA), Sez. Sospensione dei lavori, quando viene eseguita? di stanza, ambiente, locale): appartamento di sei v. con doppî servizî; il costo è di centomila euro a vano (nella compravendita di appartamenti, qualora essa avvenga per numero di vani anziché per numero di metri quadrati di superficie, gli accessorî, costituiti da cucina, corridoi, ingresso, bagno, ecc., vengono considerati … Il geom Duse inventa un metodo innovativo nel settore edile. In materia urbanistico edilizia il presupposto per l’esistenza di un volume edilizio è costituito dalla costruzione di almeno un piano di base e due superfici verticali contigue. 27 dicembre 2017 n. 1483, TAR Piemonte, sez. <>. Salerno, sez. Peraltro, sempre la definizione del punto 19 sembra abbastanza chiara nello stabilire che la Superficie accessoria è la “superficie di pavimento degli spazi di una unità edilizia o di una unità immobiliare aventi carattere di servizio rispetto alla destinazione d’uso della unità stessa….”. VIII,  03 aprile 2017 n. 1776; T.A.R. VII – 6/11/2017 n. 5152). 3 gennaio 2018 n. 11. Vano catastale: definizione. In ordine alla necessità di una proroga espressa del permesso di costruire, l’art. Tuttavia, al contrario di quest'ultimi, le Interni; Esterni » Le nostre Offerte » Contatta il nostro Consulente. VIII, 7 aprile 2016, n. 1766), con riguardo agli effetti dell’obbligo di astensione in sede di votazione dello strumento urbanistico dei consiglieri in posizione di conflitto di interessi ai sensi dell’art. Se ciò non fosse, si perverrebbe al paradossale risultato di un appesantimento incongruo, se non ad un effetto paralizzante, del procedimento amministrativo, rendendo la partecipazione non più strumento di collaborazione e funzionale alla migliore valutazione degli interessi coinvolti, quanto elemento di defatigante gestione procedimentale. Stato, sez. In base a quanto definito dall’art. 90.000,00 Privecy & cookie. Lavori su facciate del condominio, occorre sempre il consenso per realizzarli? che caratteristiche deve avere?) La Legge di conversione ha apportato alcune modifiche al Decreto Semplificazione, in particolare delle 6 note che avevo evidenziato qui sotto nell’articolo la Legge 120/2020 ha modificato il: comma 1-ter dell’art. 199 . propit.it è l'idea di un gruppo di proprietari immobiliari e inquilini come te utile per condividere problemi e soluzioni sulle tante problematiche inerenti la casa. Costruzione diun edificio per numerosi servizi del Comité (ala sinistra). a), D.P.R. IV – 8/6/2011 n. 3497) nel senso di seguito esposto: < ALTEZZE E VOLUMI --> VOLUMETRIA --> AI FINI PAESAGGISTICI Il divieto di incremento dei volumi esistenti, imposto ai fini di tutela del paesaggio, ricavabile dall'art. Visita el fòrum Català. 9, primo comma, della l. 17 agosto 1942 n. 1150 (legge urbanistica) prevede che “il progetto di piano regolatore generale del Comune deve essere depositato nella Segreteria comunale per la durata di 30 giorni consecutivi, durante i quali chiunque ha facoltà di prendere visione. La definizione di volume tecnico, quando e perchè non si calcola nella volumetria Le scelte urbanistiche operate dall’Amministrazione in ordine alla destinazione delle singole aree non necessitano di apposita motivazione, oltre quella che può evincersi dai criteri generali seguiti nell’impostazione del piano; il che, peraltro, non è che una logica conseguenza della norma che non prevede l’obbligo di motivazione per gli atti generali. - vano scala e vano ascensore compresi i muri portanti se sono parti comuni - ingresso al piano terra, centrali ... revisione della definizione di “ristrutturazione edilizia”; l’intervento comprende: ampliamento della SUN per interventi di riqualificazione ex art. che caratteristiche deve avere?) 2-bis (interventi di demolizione e ricostruzione) lettera b) comma 1 dell’art.3 (definizione di ristrutturazione edilizia) La recente sentenza contenente la definizione di vano tecnico (cos'è? Come ha statuito il Consiglio di Stato (sez. Serra compresi elementi di appoggio e/o ancoraggio 37 Edilizia Libera (d.P.R. Stato, Sez. L’annullamento d’ufficio di un titolo abilitativo edilizio, dovuto a fatto dell’interessato (come nel caso in cui sia palese l’erronea allegazione dell’effettiva natura dell’immobile oggetto dei lavori), non necessita di un’espressa e specifica motivazione sul pubblico interesse, consistendo questo nell’interesse della collettività al rispetto della disciplina urbanistica (da ultimo, Consiglio di Stato, sez. Avv. 2 gennaio 2018 n. 19, TAR Lombardia, sez.