Dal 2015 nuove indicazioni per l’accertamento delle entrate e l’impegno delle spese. Dal 2016 assegni più consistenti soprattutto per gli importi più bassi. Tra questi un intervento caro al governo leghista: l'opzione donna, ossia la possibilità di uscire con 57-58 anni di età e 35 di contributi con un ricalcolo integralmente contributivo dell'assegno. In pratica, quindi, tutta la spesa 2016 pari alle cessazioni 2015 è da destinare al riassorbimento del personale degli enti di area vasta in esubero (…). (…) si studia ora la possibilità di inserire la sanatoria nel decreto salva-regioni che nei prossimi giorni il governo dovrebbe varare per consentire il ripiano in 30 anni dei disavanzi creati dall’errata gestione delle anticipazioni di liquidità (problema che interessa anche molti Comuni, come certificato dalla Corte dei conti). Oggi la ripresa del confronto sui nuovi contratti per i pubblici dipendenti, si tratta di una convocazione confederale, che non rappresenta quindi l'avvio del tavolo operativo ma è comunque un un primo passo di ripresa dopo una lunga fase di stallo. Inps, con  messaggio 29 gennaio 2019, n. 402, comunica, "in attesa della pubblicazione della circolare illustrativa delle nuove disposizioni, [...] la riapertura delle domande di riconoscimento delle condizioni per l’accesso all’APE sociale".Â. L’Inps ha pubblicato la circolare n. 45 del 29 febbraio 2016, con la quale fornisce le istruzioni per l’applicazione della normativa nella legge 28 dicembre 2015, n. 208 In particolare, la circolare informa circa:• La proroga del termine di presentazione delle domande per i benefici previdenziali per i lavoratori esposti all’amianto.• Il Regime sperimentale donna.• La Riduzione percentuale della pensione anticipata prevista per i soggetti con età inferiore a 62 anni. La circolare (relativa anche ad altri aspetti), è stata emanata in relazione alla possibilità delle Pa di provvedere al pensionamento dei loro dipendenti anche prima dei 62 anni di età, senza penalizzazioni, a condizione che abbiano perfezionato i requisiti di accesso per il pensionamento anticipato. Il parere si occupa anche di altre categorie di dipendenti: ingegneri, architetti, geometri, assistenti sociali (…),  (Fonte Il Sole 24 ore- Norme e tributi-  pag. Assegnazione di funzioni dirigenziali a dipendenti a tempo indeterminato di ruolo (…) appartenenti alla categoria D3 del comparto Regioni-Enti locali in possesso dei requisiti per l’accesso alla qualifica dirigenziale. 24), Ministero Lavoro - Comunicato stampa relativo alla fruizione su base oraria del congedo parentale. L'abrogazione dei buoni, a seguito di un ulteriore chiarimento da parte del Dicastero di Via Veneto, non si estende ai voucher per i servizi di baby-sitting che, quindi, potranno continuare ad essere erogati secondo le consuete modalità da parte dell'Inps. (Fonte Il Sole 24 ore – Norme e tributi - pag. Per i primi sarebbe in preparazione un emendamento finalizzato ad allungare da 12 a 36 mesi la mobilità, mentre per l’opzione donna si punta a coprire l’ultimo trimestre che resterebbe scoperto. La deliberazione, prende in esame, però, anche un’altra questione, ovvero quali voci siano da includere o da escludere al momento del calcolo del rapporto tra spese di personale e spese correnti, che, come stabilito dalla deliberazione 27/2015 della medesima sezione autonomie, riveste carattere cogente. Oggi pomeriggio si terrà l’incontro per la presentazione ufficiale della Direttiva Madia sui contratti statali e sullo sblocco degli aumenti contrattuali per  i dipendenti pubblici della PA, dopo otto anni di congelamento. 36). I lavoratori per fruire degli oneri deducibili e delle detrazioni d’imposta (comprese quelle per carichi di famiglia, così come stabilito per i contribuenti residenti) devono presentare al loro datore di lavoro una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ove sia dichiarato: Leggi il comunicato del Ministero dell’Interno. E con il trascorrere delle ore l’inserimento nella manovra soltanto delle misure su esodati, opzione donna e, eventualmente, disoccupati senior sta diventando qualcosa di più di una semplice ipotesi. L’incentivo non è automatico quindi deve essere richiesto. E' stato chiarito che per i soggetti che hanno periodi di ricongiunzione  (legge 45/1990) in corso e che stanno pagando le relative rate, la restituzione di quanto versato non è possibile, non c’è quindi la possibilità di recesso. (…) La scelta operata dal legislatore delegato conferma la volontà di circoscrivere la rilevanza penale della condotta dichiarativa del sostituto d’imposta alle sole fattispecie omissive, con la conseguente irrilevanza ai fini penali delle condotte di carattere infedele. 1124/1965”. Leggi l'articolo su "Il Quotidiano della PA". Nel caso in cui detti provvedimenti non vengano impugnati entro i termini, la posizione del dipendente è definitivamente consolidata. In questo modo non solo si è deciso di congelare l'aumento che sarebbe dovuto scattare da quest'anno, passando da un'aliquota del 27% ad una pari al 29%;  ma si è fatta scendere la percentuale dell'aliquotadi due punti percentuali attenuando così gli oneri contributivi dei professionisti iscritti alla gestione separata. L’Istituto previdenziale sottolinea che la cumulabilità si attua nei limiti necessari a garantire la percezione di un reddito complessivo pari alla retribuzione percepita al momento del collocamento in mobilità e fornisce le istruzioni operative. sentenza n. 151 del 2010; sentenza n. 95 del 2007)» (sentenza n. 77 del 2013). Sulla riscossione, invece, il decreto stabilisce la solita proroga di sei mesi, durante i quali Equitalia continuerà a occuparsi dei tributi locali (…) ancora una volta non sembra esservi spazio sufficiente per un intervento che, oltre a ridefinire il panorama dei soggetti attivi nella raccolta dei tributi locali, dovrà rivedere anche gli strumenti della riscossione, a partire dall’ingiunzione. 18 sarebbe doppio (…) Per i dipendenti pubblici che fanno male ci saranno i procedimenti disciplinari (…). Già da tempo i sindacati avevano richiesto di allargare la platea di lavoratori impegnati in attività gravose che potessero usufruire dell'uscita anticipata. (Fonte Il Sole 24 ore – Norme e tributi – pag. Modifica del sistema sanzionatorio art. La vera questione è la flessibilità in uscita, con l’età pensionabile che oggi è a 66-67 anni. A breve  gli approfondimenti in Area riservata di Studio Naldi, Leggi la circolare INPS n. 12 del 29/1/2016, Autoliquidazione INAIL: il termine scade il 16 febbraio e dichiarazione salari entro il 29 gennaio ’16, Sul Sole 24 Ore di lunedì 25 gennaio la mappa dei trattamenti pensionistici con un’analisi della suddivisione territoriale e per tipologia di prestazioni. (…) l’articolo 1, c. 287 della legge di Stabilità prevede che , d’ora in avanti anche a fronte di una variazione dei prezzi negativa, l’indicizzazione delle prestazioni previdenziali e assistenziali non potrà essere inferiore a zero. E' stata così prevista la possibilità di fare marcia indietro e dare la possibilità al lavoratore di richiedere il recesso della ricongiunzione e il riconoscimento del rimborso di quanto versato, ma solo nel caso in cui non sia stato effettuato il pagamento integrale. Sul tavolo del pool di esperti della cabina di regia economica di Palazzo Chigi,  2-3 opzioni  per rendere più flessibili le uscite verso la pensione.La tempistica più probabile per l'eventuale decollo del piano resta quella della prossima legge di stabilità ma non è ancora del tutto esclusa la possibilità che possa essere  annunciato prima dell'inizio dell'estateÂ.  Fonte Mef –Focus sulla legge di stabilità 2016. L'altro punto sui cui insiste Tito Boeri è la mancanza di una corretta valutazione sul debito implicito, «quella fatta  è stata una valutazione sull'impatto della spesa pensionistica nel breve e medio termine, ossia nell’arco di dieci anni, ma così non si va a guardare oltre il 2026, mentre sarebbe importante farlo...». Nei primi sei mesi dell’anno gli iscritti hanno sfondato la soglia dei 7,5 milioni di lavoratori, facendo segnare un incremento del +3,9%. A dare la spinta alle adesioni ai fondi negoziali è stato il Fondo Prevedi, dei lavoratori edili dell’industria e dell’artigianato; ma anche il Fondo Perseo Sirio, cui aderiscono i lavoratori pubblici e del comparto Sanità, "ha registrato un incremento significativo delle adesioni" fa sapere la Covip. I testi dei provvedimenti sono sostanzialmente pronti anche se rimangono ancora insoluti  la definizione del primo tasso fisso d’ingresso e del premio assicurativo per l’anticipo finanziario dell’Ape volontaria, il cui costo complessivo non dovrà far sfondare al futuro pensionato la soglia del 30% dell’assegno Inps a regime. 3, comma 3, della legge n. 104 del 1992) o in possesso del riconoscimento di disabilità (art. Attenzione quindi al contenuto del futuro provvedimento …, Definizione delle tabelle di equiparazione fra i livelli di inquadramento previsti dai contratti collettivi relativi ai diversi comparti di contrattazione del personale non dirigenziale. G.U. Invece in legge di Stabilità si annunciano solo «interventi selettivi e parziali, che creano asimmetrie di trattamento». … dal 1° gennaio 2016 entrano in vigore una serie di novità previste dai decreti attuativi della delega fiscale, varati nei mesi scorsi, fra cui le nuove sanzioni amministrative, il restyling degli interpelli ecc. La disposizione contrattuale lascia ampi margini interpretativi (…). 21, I sostituti indicano gli importi erogati e quelli recuperati in sede di conguaglio, L’articolo descrive le modalità per la compilazione del 770/2015 e, in particolare, l’esposizione del “Bonus IRPEF” nei prospetti ST ed SX, (Fonte Il Sole 24 ore – Norme tributi – pag. Se il primo sarà minore o uguale rispetto al secondo l’azienda, per quella voce, risulterà idonea al beneficio. (…) il motivo è che non suona troppo lineare congelare il fisco locale per il 2016 e contemporaneamente permettere ex post i ritocchi sulle aliquote 2015 (…), dall’altro lato ci sono i Comuni che già a luglio avevano chiesto un rinvio dei termini per chiudere i bilanci perché le cifre dei fondi locali continuavano a essere incerte (…)Si resta pertanto in attesa della eventuale sanatoria (…). Omissione del 770 Il decreto introduce il reato di omessa presentazione della dichiarazione del sostituto di imposta (reclusione da un anno e sei mesi a quattro anni) che scatta a condizione che l’ammontare delle ritenute non versate risulti superiore a 50mila euro (…), (Fonte Il Sole 24 ore – Norme e tributi - pag. Dai dati relativi all’aumento della spesa pensionistica, all’analisi dei disagi di una “generazione di mezzo (50-65 anni) che aspetta con ansia misure che potrebbero alleggerire il proprio carico di lavoro consentendo una uscita anticipata verso la pensione.. questi alcuni degli argomenti trattati. La premessa indispensabile è l’accreditamento ma molti medici (…) non utilizzano ancora la Pec, necessaria per accedere al sistema «tessera sanitaria». Possono presentare domanda  i cittadini che  abbiano compiuto il diciottesimo anno di età e non superato il ventottesimo anno. Riduzione di 42 euro al mese per un anno di uscita anticipata. Una parte dell’aumento, inoltre, è dovuto anche all’elemento perequativo previsto dalla Legge di Stabilità 2019, calcolato in base alla propria fascia stipendiale. Rimane fermo il diritto all’accredito della contribuzione figurativa conseguente all’indennità di mobilità; - parziale cumulabilità con l’indennità di mobilità. Si giocherà quindi con la prossima legge di stabilità la partita sulle uscite flessibili, con penalizzazioni, verso il pensionamento. Le ultimissime novità in materia di Ape sono la possibilità da parte dell'interessato di poter, una volta fatta la richiesta di accesso all'ape, rinunciare entro due settimane; inoltre,  sarà aperto il simulatore Inps che servirà a calcolare la convenienza o meno dell’Ape volontaria , consentirà inoltre ai lavoratori di verificare che il costo dell’anticipo non sfondi il tetto del 30% della loro pensione futura. In riferimento alla totalizzazione  dei periodi assicurativi (circolare n. 109/2013, punto 7) questa è possibile oltre che per i rapporti tra la Svizzera e i 27 Stati dell’Unione europea, anche per quelli tra la Svizzera e la Croazia. Le persone che rientrano nell’ambito di applicazione dell’Accordo CH–UE possono avvalersi delle norme comunitarie di sicurezza sociale, perché richiamate dall’Accordo, e possono, pertanto, totalizzare i periodi fatti valere in uno o più degli Stati membri e in Svizzera. L’ipotesi è quella di proporre al Governo un ulteriore pacchetto di semplificazioni «alleggerendo gli oneri attraverso l’eliminazione di campi e informazioni» nel modello 770, Leggi il Sole 24 0re pag 39 (sez. La L. 7.8.2015, n. 124 ”Deleghe al Governo in materia di riorganizzazione delle amministrazioni pubbliche” è stata pubblicata in G.U. Di seguito le esigenze principali individuate dai 3 sindacati: Documenti: testo integrale proposta CGIL CISL e UILÂ. La «Cu» 2016 conterrà i dati riguardanti i pignoramenti presso terzi, le somme corrisposte a titolo di indennità di esproprio, altre indennità e interessi (…). Modello OT24 – Anno 2016. 34), Inpgi, varata dal CdA la manovra per mettere in sicurezza i conti dell’Istituto, che dovrà essere approvata dai Ministeri Vigilanti, Gli interventi in materia di entrate contributive, di prestazioni e di indennità di disoccupazione. Gli enti pubblici economici che svolgono in via principale o esclusiva un’attività ex articolo 2082 del codice civile e gli enti privatizzati che assolvono la contribuzione pensionistica alla Gestione Pubblici dipendenti possono accedere all’esonero triennale contributivo per le nuove assunzioni con contratto di lavoro a tempo indeterminato previsto dalla L. 190/2014. Si ritiene opportuno ricordare, infine, che l’Accordo CH-UE non si applica ai cittadini degli Stati terzi (vedi circolare n. 51 del 15 marzo 2011). Il TUIR, all'art. Il Quotidiano della Pa, I sostituti devono spedire per il 21 settembre le Cu degli autonomi. (…) la delega Madia non è ancora stata attuata ma «entro Natale» dovrebbe arrivare un primo pacchetto di provvedimenti attuativi (…). Il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni ha firmato questa mattina il Dpcm sull'Ape volontaria. Il presidente della Commissione Lavoro della Camera, Cesare Damiano rilancia il tema delle pensioni dei giovani e soprattutto l'urgenza di un'intervento a favore dei lavoratori (che hanno cominciato a lavorare dopo il 1996) che hanno carriere discontinue fatte di contratti a termine e voucher poiché coloro risentiranno pesantemente del passaggio al calcolo pienamente contributivo. 32 e 34 del D. Lgs. A inizio anno il nuovo governo dovrà rendere esecutivo l'accordo del 30 novembre siglato da governo Renzi e sindacati, e, in particolare, dovrà sciogliere il nodo degli aumenti in busta paga; tra i principali problemi legati a questo tema  troviamo sicuramente la questione del bonus Renzi.Il calendario delle trattative si aprirà il prossimo 10 gennaio. il nuovo limite reddituale per considerare i figli a carico; detrazione abbonamenti ai mezzi pubblici; sterilizzazione degli aumenti delle aliquote Iva; nuova soglia di accesso al “bonus 80 euro”; fattura elettronica per tutta la filiera nel quadro dei contratti d’appalto di lavori, servizi e forniture stipulati con una PA; riduzione alla soglia di 5.000 euro oltre la quale le pubbliche amministrazioni devono verificare se il beneficiario ha debiti tributari; prorogato di un anno il divieto alle PA di stipulare contratti di collaborazione eterodiretti ed etero organizzati. Il Ministro della Pa ha dato mandato ad Aran per ridisegnare i comparti pubblici (riduzione da 12 settori  a  4 aree: Stato, Regioni e Sanità,  enti locali e camere di commercio, scuola e università)(Fonte il Sole 24 ore – Norme e tributi - pag. 48),  Leggi il Decreto 18.12.2015 del Direttore generale delle finanze, Leggi il comunicato del Ministero delle Finanze del 22.12.2015, Leggi il DM 3 aprile 2015 e la tabella allegata, Con la manovra 2016 i Comuni abbandonano il Patto di stabilità in nome del nuovo pareggio di bilancio «temperato», che impone alle amministrazioni locali di chiudere i bilanci in pareggio nel saldo finale di competenza. L’INPS riceve le domande dai Comuni i ed effettua le verifiche sulla situazione socio economica. 11 della L. 212/2012 (Statuto del contribuente) mentre gli ultimi 2 sono previsti nel D. Lgs. La comunicazione delle dimissioni e della risoluzione consensuale genera già i primi errori e incertezze, il preavviso rappresenta una delle principali difficoltà.Con la nuova pratica telematica, per il lavoratore è facile sbagliare il calcolo del periodo finale di permanenza in azienda.In caso di errore è necessario revocare la comunicazione e ripetere la procedura. Le ultime novità riguardano la pensione al netto della rata da restituire, che non potrà essere inferiore a 1,4 volte l'assegno previdenziale minimo, e la rata dell'ape o di eventuali altri prestiti che non dovrà superare il 30% della pensione. (…) fuga verso la pensione per le lavoratrici che possono. Per quanto riguarda il contenuto della stessa (così ampio e complesso) si rimanda a successiva newsletter. Inoltre determinerà le modalità operative e l’ammontare dell’assegno di ricollocazione e di altre forme di coinvolgimento dei lavoratori privi di occupazione (Dlgs 150/2015), Entro il 31 gennaio pubblicazione sul sito dell’amministrazione dell’indicatore di tempestività dei pagamenti sui tempi medi di pagamento dell’ente nel 2015 (D. Lgs 33 /2013, articolo 33), Entro il 31 gennaio adozione del piano triennale per la prevenzione della corruzione. Vedremo, una volta formatosi il governo, quali siano le reali possibilità di intervento rese possibili dai vincoli di Bilancio.  Â. Riaprono i lavori sul nuovo contratto, al centro questa volta il rinnovo per i dirigenti pubblici, in particolare si riparte dai dirigenti appartenenti alle "Funzioni centrali" perché è il testo sui ministeriali a fare da apripista , da guida, per le materie comuni agli altri settori della PA. Scade il 18 aprile il primo termine per presentare la domanda di Ape Volontaria per chi, avendo i requisiti, voglia ottenere gli arretrati, è possibile infatti richiedere l'Ape Volontaria a partire dal 1^ maggio 2017. Il calcolo fornito dalla funzione di “Simulazione”, invece, è puramente indicativo, non ha alcun valore di certificazione e, evidenzia Inps: "non costituisce per l’Istituto alcun impegno ai fini dell’erogazione di una eventuale prestazione".